Fondazione Cariplo e le fondazioni di comunità l’1 ottobre 2021 hanno celebrato la nona edizione della Giornata Europea delle Fondazioni.

L’edizione di quest’anno si è arricchita di un’iniziativa realizzata contemporaneamente in 120 luoghi in Italia, grazie a “Non sono un murales – Segni di comunità”, la proposta di ACRI, l’associazione che riunisce in Italia le 86 fondazioni di origine bancaria; un evento diffuso, che ha visto coinvolte diverse comunità nella realizzazione di un’opera d’arte corale riproducendo un murales creato per l’occasione dallo street artist LDB.

I murales sono stati realizzati in luoghi simbolo che raccolgono storie di riscatto, di creatività, di aggregazione e di solidarietà, di coloro che si prendono cura delle persone che vivono nella comunità. Un gesto simbolico in contemporanea con altri luoghi in Italia per ricordare l’importanza e il ruolo della filantropia.

Fondazione della Comunità Bresciana – in collaborazione con Fondazione CariploCIVITAS e gli studenti e i docenti dell’Istituto Superiore C. Beretta di Gardone Val Trompia – ha presentato il murales realizzato per celebrare la Giornata Europea delle Fondazioni . L’opera è stata svelata nella cornice di una presentazione generale di Fondazione Comunità Bresciana alla cittadinanza, richiamando l’attenzione sulle attività che la stessa Fondazione svolge a favore di minori e giovani, con particolare focus sul territorio della Valle Trompia.

L’opera rappresenta una mamma che allaccia le scarpe ad un bimbo e rappresenta la ripartenza insieme, aiutando i più piccoli, i più deboli.

Su tutto il territorio nazionale sono circa 1.000 bambini, ragazzi, artisti, insegnanti, detenuti, persone disabili, migranti sono stati coinvolti in percorsi guidati per realizzare un murales, reinterpretando in chiave personale uno stencil creato per l’occasione dallo street artist LDB. Gli interventi sono stati eseguiti in tanti luoghi diversi: scuole, ludoteche, centri di aggregazione in quartieri difficili, beni confiscati alla criminalità e riconvertiti in attività comunitarie, strutture per l’inserimento lavorativo dei disabili, parchi e tanto altro… Si tratta di testimonianze delle storie e dei luoghi in cui,
grazie alla “messa in rete” di organizzazioni del Terzo settore e Istituzioni, si realizza l’attività quotidiana delle Fondazioni: attivare le comunità per prendersi cura del territorio, dei giovani e dei soggetti più fragili, innescando percorsi di partecipazione e di solidarietà che aiutino a ripartire, tutti insieme.

Pierangelo Guizzi, Consigliere Fondazione della Comunità Bresciana: “La Giornata Europea delle Fondazioni intende richiamare l’attenzione sull’impegno quotidiano che le fondazioni dedicano nel far fronte alle sfide che la società si trova ad affrontare, aumentando la consapevolezza tra le istituzioni, l’opinione pubblica, le imprese e i privati sul potenziale dell’intero sistema filantropico nel catalizzare e disporre di risorse sia in termini economici che in termini di competenze e relazioni. La scelta di realizzare il murales presso l’Istituto Beretta intende quindi confermare, anche visivamente, l’impegno e la vicinanza della Fondazione Comunità Bresciana nei confronti dei giovani del territorio bresciano e triumplino.”

Maria Caccagni, Presidente CIVITAS: “Realizzare quest’opera sulla parete che unisce la sede Civitas e la sede dell’Istituto Superiore Beretta è per noi simbolo di una continua e stimolante collaborazione con le scuole del territorio che ci vede coinvolti in progetti e attività che promuovono il benessere di alunni, insegnanti e genitori.”

CONSULTA ARTICOLO DI FONDAZIONE DELLA COMUNITA’ BRESCIANA E LE FOTOGRAFIE RELATIVE ALL’EVENTO

GUARDA IL SERVIZIO REALIZZATO DA TELETUTTO